Irrigazione

L’irrigazione è stata introdotta nel nostro Consorzio negli anni ‘70 con la costruzione e la messa in esercizio irriguo della diga sul torrente Elvella e relativa rete di adduzione e distribuzione.
A questo impianto è seguito quello di irrigazione mediante coltivazione della falda freatica mediante sollevamento da una serie di pozzi del sistema Vulsini/Olpeta, negli anni ‘80.
Infine la ristrutturazione e riordino dell’irrigazione della fascia circumlacuale di Bolsena.
Non dimenticando il piccolo impianto irriguo dell’Asca, in Comune di Piancastagnaio (SI).

Il macro-bacino irriguo dell’Elvella
La diga sul torrente Elvella è stata realizzata con fondi del Ministero dell’Agricoltura tra il 1967 e 1972; il primo invaso risale al 1973; il volume utile stagionale per uso irriguo è di 4 milioni di metri cubi. Sempre con fondi statali è stata realizzata la rete primaria di adduzione e quella secondaria di distribuzione, rispettivamente di 55 e 140 Km. circa di condotte; il sistema di irrigazione è l’aspersione. grazie alla distribuzione quasi totalmente gravitaria (solo alcune zone praticano un pompaggio di rilancio a spese dei proprietari, con abbattimento dei canoni irrigui); il servizio è alla domanda.
Il bacino imbrifero, l’invaso, il corpo diga e le opere accessorie sono a cavallo del confine tra Toscana e Lazio così come la parte iniziale della rete di adduzione primaria. la superficie netta irrigua attuale è di circa 2.500 ha, di cui circa il 30% in Toscana e 70% in Lazio.

Il macro-bacino irriguo Vulsini/Olpeta
Il sistema irriguo dell’Altopiano dei Vulsini e quello della Piana dell’Olpeta costituiscono il macro-bacino, alimentato, da una serie di pozzi che sollevano acqua dalla falda freatica per l’irrigazione, distribuendola su di un vasto complesso irriguo turnato. La superficie netta irrigua attuale è di circa 2.000 ha.

L’impianto irriguo dell’Asca
Questo piccolo impianto irriguo, in Comune di Piancastagnaio (Siena) è alimentato dalle sorgenti denominate Mugnello e Fonte Natali; l’impianto risale al 1970. La superficie netta irrigua attuale è di circa 33 ha.